zzZ01_DEPRECATO_‎ > ‎

_DEPRECATO_ Voucher MISE 2018 per la digitalizzazione di impresa #Biellaservizi

Approfondisci sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico

Cos'è

È una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all'adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.
La disciplina attuativa della misura è stata adottata con il decreto interministeriale 23 settembre 2014.
Ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.
L'importo massimo dei contributi erogabili è di 100 milioni di euro di cui circa 7,7 milioni di euro per il Piemonte.
Guarda il programma di digitalizzazione delle aziende biellesi

Cosa finanzia

Il voucher è utilizzabile per l'acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:
a) migliorare l'efficienza aziendale;
b) modernizzare l'organizzazione del lavoro, mediante l'utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
c) sviluppare soluzioni di e-commerce;
d) fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
e) realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.
Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del Voucher.

Come funziona

Con decreto direttoriale 24 ottobre 2017 sono state definite le modalità e i termini di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni. Le domande potranno essere presentate dalle imprese, esclusivamente tramite la procedura informatica che sarà resa disponibile nell'apposita sezione del sito del MISE, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Per l'accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.
I contributi verranno assegnati senza attribuire alcuna priorità in relazione  al momento della presentazione della domanda, e, nel caso di domande eccedenti le risorse disponibili, verranno ripartiti fra le aziende ammesse in modo proporzionale.

A chi rivolgersi per chiarimenti

- Per la posta elettronica certificata (PEC) ci sono molte alternative, qui una breve guida;
- Per quanto riguarda il Registro delle imprese ci si può rivolgere alla Camera di Commercio di Biella e Vercelli;
- Per acquisire la Carta Nazionale dei servizi ci si può rivolgere alla  Camera di Commercio di Biella e Vercelli oppure a qualsiasi altro operatore abilitato al suo rilascio  (solitamente il certificato CNS è abbinato alla firma digitale);
 CNA Biella e Confartigianato Biella, partner dell'Agenda Digitale di Biella, hanno comunicato di offrire assistenza per la presentazione delle domande.

NOTA: qualsiasi operatore sul territorio che fornisca supporto alla presentazione delle domande a norma di legge,  può fare richiesta di comparire nell'elenco sopra scrivendo una mail a: info@agendadigitale.biella.it