Moneta complementare - #Biellaeccelle

Leggi il caso Sardex

Cos'è

è un circuito di credito commerciale per imprese, professionisti, aziende, cooperative, associazioni e terzo settore che crea un mercato aggiuntivo in crediti (1 Euro = 1 Credito) generato dal potenziale inespresso (es. tavoli vuoti nei ristoranti, beni restanti in magazzino, ore non lavorate dei professionisti).   
Esempio: un ristoratore può acquistare degli arredi da un negozio, per un totale di 1000 Crediti . Il negozio di arredi guadagnerà così 1.000 Crediti sul conto, che potrà poi utilizzare per comprare una vacanza in un albergo (600 Crediti) e un intervento da un dentista (400 Crediti). Il tutto senza dover attingere al proprio conto in Euro.
All’interno dei circuiti le transazioni sono normalmente agevolate dal supporto diretto di un’area broker che evita l’accumulazione: i crediti hanno valore solo se utilizzati e vanno fatti circolare continuamente per alimentare il circuito  a beneficio di tutti ed evitare la stagnazione

Cosa ci proponiamo

Di far girare l’economia territoriale, costruendo un sistema basato sulla fiducia, sull'economia collaborativa e mutualistica, sulla valorizzazione delle risorse umane e del know how imprenditoriale. 
In tale ambitoi partner pubblici di Agenda Digitale rimangono rigorosamente neutrali rispetto al mercato e sono aperti a promuovere qualsiasi sistema di moneta complementare che rispetti la normativa.  

Soggetti sperimentatori aderenti al Patto del Battistero

La sperimentazione è realizzata da Piemex in modo sinergico all'interno del Patto del Battistero (CCIAA, CNA, Confartigianato, Scuole Biellesi in Rete, Sellalab) e con partnership/accordi con altre realtà locali (Confesercenti, Banca Etica, Fondazione Pistoletto).
L'obiettivo è ampliare il circuito (a fine 2017 conta circa 40 aziende biellesi) potenziando le risorse locali in una ottica di progettazione socio economica del territorio. 
Da menzionare che il progetto "Piemex, la moneta complementare piemontese" presentato dal Comune di Biella è risultato finalista al Cresco Award - Città Sostenibili 2017.